La bandiera dell’amore

La libertà sessuale va intesa in termini molto più ampi, come capacità e possibilità di vivere ed esprimere al meglio i propri desideri, il proprio modo di essere, la propria creatività e la ricerca del miglior affiatamento possibile in ambito relazionale.

Qualunque forma di giudizio o pregiudizio non fa che alterare e pregiudicare questa libertà creando di conseguenza un soffocamento vitale che comprime la sessualità nel tradizionale ambito di ciò che è considerato “normale” e per sua natura inappagante rispetto a ciò che sarebbe meraviglioso ma viene considerato “deviazione”.

Restando nel logico ambito del buon senso e della legalità, gli sforzi dovrebbero essere indirizzati alla caduta di questo muro delle inibizioni che opprime e deprime milioni di individui, distruggendo milioni di famiglie e fomentando le vere forme di degrado che ne conseguono, prime tra tutti l’infedeltà relazionale, forme e disturbi depressivi anche gravissimi.

E ancora più incredibile è che il perbenismo ostinato e cieco tipico dei moralisti di circostanza è quello che maggiormente alimenta le conseguenze sociali di questa gabbia etica, prostituzione e pornografia in primis ma anche molte gravi conseguenze, basti pensare ai delitti provocati dalla gelosia accecante o l’abnorme numero di separazioni non consensuali che tanto donano gioia agli avvocati divorzisti.

Se qualcuno ha dei dubbi vada su google trend e provi a vedere quali sono i paesi al mondo che chiamano il maggior volume di ricerche pornografiche, andate… e scoprirete che l’india è quasi ovunque al primo posto. Cosa significa questo dato clamorosamente significativo? Che la presunta culla delle più elevate filosofie e spiritualità mondiali è in realtà la terra più repressa che nonostante la povertà sociale consuma fiumi di denaro nei mercati di pornografia online.

Clicca qui se hai dei dubbi e guarda tutte le prime città!!!

Sapete a cosa è realmente dovuta l’esplosione di vendita dei tablet? Al fatto che tanti maritini hanno finalmente la possibilità di chiudersi nella privacy del bagno di casa per guardarsi video hard… ma non è drammatico tutto questo? Fino a quando le barriere etiche riusciranno a nascondere la testa nella sabbia? E’ possibile aprire gli occhi, scoprire la vita e la libertà, l’amore e la lealtà, la fedeltà e l’appagamento della sfera sessuale senza fare necessariamente acrobazie interiori per recidere i propri rami, bruciare le proprie foglie?

Quando la linfa di un sano erotismo esistenziale potrà scorrere apertamente e liberamente, allora la bandiera dell’amore potrà sventolare gioiosa su un mondo adulto, maturo, consapevole… ecco la vera evoluzione della specie.

Dai un voto a questo articolo